Manuali scolastici

Il libro scolastico è una fonte preziosa per la storia della scuola. Per tutto l’Otto- e gran parte del Novecento il libro scolastico sta al centro dell’attenzione delle autorità che attraverso politiche più o meno esplicite cercano di controllarne l’uso nelle scuole, attraverso forme di esplicita imposizione (prescrizione ai docenti di usare determinati testi), di controllo sulla qualità (elenchi di libri autorizzati per guidare le scelte dei docenti) e in rari casi di esplicito divieto di testi. Tra le circolari e leggi molte hanno per oggetto i libri. Ma per conoscere davvero il ruolo dei manuali nella trasposizione del sapere dai piani di studio all’insegnamento in aula, occorre studiarne anche i contenuti.

Il laboratorio RDCD si sforza di rendere possibili i testi più significativi per la storia della scuola ticinese, ma anche libri scolastici italiani, grigionesi o altrimenti importanti per la storia della scuola in Svizzera italiana, digitalizzandoli e mettendoli a disposizione nel repository “Fondo Gianini”.

Link verso i libri di testo del repository

Ogni libro dispone di una notizia nel repository. Molti dei testi si trovano pubblicati anche nella prestigiosa collana e-rara, in quei casi il fatto è menzionato nella notizia. Il repository possiede una funzione di “Ricerca avanzata” che permette di raggruppare i documenti per autore, materia, lingua ecc.